Emorroidi Esterne Trombizzate: cosa fare in caso di Trombosi Emorroidaria

Hai le vene del canale anale molto gonfie a causa di un coagulo di sangue esterno? Senti un dolore forte, sia quando ti siedi che quando sei in piedi? La zona ti prude ed è irritata, di colore scuro? Allora probabilmente potresti soffrire di trombosi emorroidaria esterna. Continua a leggere per saperne di più.

Vene del canale anale gonfie, è trombosi emorroidaria esterna?

Ecco alcuni dei segni più importanti che ti permetteranno di capire, con maggior precisione, se il tuo problema è una trombosi emorroidaria esterna.

Forte dolore

Di solito è ben più di un fastidio, un dolore anche abbastanza forte, a volte così tanto da non poterti permettere di muovere come vorresti. Se soffri di emorroidi esterne e inizi a sentire un dolore che cresce di intensità, è giunto il momento di chiamare un medico. Non aspettare perché la situazione potrebbe aggravarsi.

Che cosa fa il medico? Solitamente egli farà una piccola incisione sulla trombosi emorroidaria (che altro non è che un accumulo di sangue) per farle scaricare il coagulo che si è venuto a creare. Benché adesso ti sembra impossibile sopportare un dolore come quello di un’incisione in un’area già di per sé dolorante, ricorda che comunque ti verrà fatta in anestesia locale (non sulla carne viva, dunque) e che, una volta fatta, il dolore del taglietto scompare abbastanza rapidamente.

Certo, resta il dolore dell’incisione, ma a confronto (e in prospettiva, considerando che presto passerà) è davvero nulla.

Gonfiore

Se l’area è gonfia, anche più del solito, ci si potrebbe trovare di fronte ad una trombosi emorroidaria esterna.

Zona colorata di scuro, blu o viola, anche nera

Se l’area attorno all’ano e alle emorroidi esterne è di colore scuro, dal blu al viola, fino anche al nero, significa che il sangue si sta accumulando e che il problema potrebbe aggravarsi. Anche in questo caso è consigliato rivolgersi al medico per fargli valutare la situazione.

CUSCINO PER EMORROIDI
ESTERNE E PROLASSATE

Hai vergogna del medico?

Non devi, assolutamente. Benché le emorroidi sono sempre un problema imbarazzante, tanto che a volte si fa difficoltà a parlarne anche con il partner o con i genitori, ricorda che il dottore è un professionista, che ne ha viste tante e continuerà a vederne tante.

Non sei certo né il primo né l’unico con le emorroidi in Italia.

Le emorroidi esterne trombizzate guariscono da sole?

Si, potrebbero farlo nel giro di alcune settimane. In questo arco di tempo potresti fare alcune cose che ti aiuteranno ad alleviare il dolore:

  • applica del ghiaccio nella zona colpita per avere una sensazione di immediato sollievo. Il ghiaccio è un anestetico naturale. La controindicazione è che è freddo e se sei una persona freddolosa potresti non riuscire proprio a farlo.
  • tieni l’area al caldo, immergiti in una vasca di acqua tiepida più volte al giorno. Questo, oltre a permetterti di ridurre il dolore, ti aiuterà a tenere la zona anale sempre pulita (è molto importante per evitare l’aggravarsi delle emorroidi)
  • non fare grandi sforzi intestinali, un consiglio che si dà a chiunque soffre di emorroidi, o a chi stato operato di emorroidectomia. Se vi sforzate per fare la cacca, potreste aggravare il problema. Dopo averla fatta, potresti pulirti con della carta igienica umida (non bagnata, altrimenti lascia tutti residui) perché è più morbida di quella asciutta
  • usate delle pomate che potete acquistare in farmacia, sono fatte apposta per alleviare il dolore delle emorroidi
  • mangiate bene e bevete molta acqua, perché curare l’alimentazione è sempre importante, lo diventa ancora di più quando si soffre di emorroidi e di emorroidi esterne trombizzate. Per quanto riguarda il cibo, consuma alimenti ricchi di fibre alimentari per evitare la stipsi (leggi anche le cause della stipsi), mentre relativamente al bere, dovresti consumare da 8 a 10 bicchieri di acqua al dì.

Dopo quanto tempo bisogna per forza chiamare il medico?

Diciamo che se in una settimana dalla scoperta dei sintomi di trombosi emorroidaria esterna che ti abbiamo elencato sopra (gonfiore, dolore, zona di colore blu) non ti senti meglio, è il momento di contattare il medico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi altro:
Emorroidi sintomi, considerazioni importanti

Emorroidi sintomi, è una delle parole chiave più cercate sui motori di ricerca,appena si viene colpiti dal sospetto di essere...

Rimedi per le Emorroidi: il Ghiaccio

Prima di ricorrere all'uso di farmaci e antidolorifici, i quali possono portare a delle complicanze ben più serie rispetto al...

Emorroidi Interne: come si classificano

Dal punto di vista eziologico, le emorroidi interne possono essere distinte in due categorie principali. Emorroidi interne in pazienti con...

Chiudi