Emorroidi sintomi, considerazioni importanti

Emorroidi sintomi, è una delle parole chiave più cercate sui motori di ricerca,appena si viene colpiti dal sospetto di essere affetti da emorroidi. Tale “popolarità” mette in evidenza un fattore secondario non del tutto trascurabile,le persone non sempre sono sicure di soffrire per causa delle  emorroidi o qualche altra patologia.

Quindi come fare per riconoscere le emorroidi e quali sono i sintomi che le caratterizzano?

Prima di rispondere a questa domanda è bene ricordare velocemente cosa sono le emorroidi.

Sono una dilatazione varicosa della rete venosa sotto-mucosa del retto. In altre parole un’infiammazione della rete venosa locale. In base alla gravità di tale infiammazione,le emorroidi possono essere di primo,secondo,terzo e quarto grado. Interne o esterne.

Le cause possono essere molteplici: Predisposizione costituzionale,sedentarietà,dieta povera di fibre,oltre a condizioni particolari come la gravidanza o l’ipertensione.

Ritornando al titolo dell’articolo,emorroidi sintomi,va detto che la sintomatologia varia a seconda della posizione delle emorroidi stesse.Come abbiamo visto in precedenza,dipende se le emorroidi si trovano all’ interno o all’ esterno del retto.

In generale si manifestano con un sanguinamento di lieve entità , dal colore rosso vivo. La presenza di un grumo in prossimità dell’ano  può essere sensibile e doloroso. Oltre a causare prurito.

Lo sforzo dovuto al passaggio delle feci sulla superficie delicata delle emorroidi le danneggia provocando il sanguinamento . Spesso la fatica per evacuare,soprattutto in caso di stipsi, può spingere le emorroidi interne attraverso l’apertura anale . Questo fenomeno è conosciuto come emorroidi sporgenti o prolasso e può essere molto doloroso .In ogni caso la comparsa di dolori di rilievo deve far sospettare l’ esistenza di una tromboflebiteemorroidaria,complicanza non rara.

La presenza di sangue nelle feci non deve dare l’immediata certezza delle emorroidi, ma in ogni caso è consigliato andare dal medico per sicurezza. Notare solo la comparsa di sangue,senza nessuno dei sintomi descritti in precedenza dovrebbe alzare la soglia d’attenzione e magari spingerci a consultare un medico.

Infatti altre patologie possono accompagnarsi al sanguinamento anale,come ad esempio il cancro del colon-retto o il cancro anale. Se non lo hai ancora fatto,ti consiglio di consultare questa guida gratuita dove ti spiego tra l’altro,anche come riconoscere le emorroidi.

In conclusione possiamo affermare che i sintomi delle emorroidi sono ben definiti e facili da riconoscere. Ovviamente il grado di dolore percepito varia per ogni individuo,tuttavia non è mai un dolore insopportabile anzi la maggior parte delle volte è semplicemente un fastidio.

Sembra scontato ma se permangono dubbi sulla natura di un improvviso dolore , piuttosto intenso,meglio consultare un medico.

Leggi altro:
Il canale anale: come è fatto, anatomia ed emorroidi
Il canale anale: come è fatto, anatomia ed emorroidi

II canale anale, lungo 2 -4 cm costituisce la porzione terminale del grosso intestino e si dirige posteriormente e in...

Cuscino per le emorroidi: dove comprarli, vantaggi e svantaggi

Per alleviare i sintomi delle emorroidi è possibile ricorrere, tra le altre cose, ai noti cuscini per emorroidi, progettati in maniera...

La Stipsi e la Relazione con le Emorroidi

Si parla di stipsi per intendere la difficoltà nell’effettuare evacuazione corporea. E’ un problema di cui soffrono molte persone, in...

Chiudi