Rimedi naturali per le emorroidi

Rimedi naturali per le emorroidi

Le emorroidi sono dei cuscinetti pieni di vasi sanguigni che si formano quando la pressione sanguigna nella zona anale aumenta.

La rottura delle vene causa la formazione delle emorroidi e questo può avere molte cause.

Principali cause delle emorroidi:

  1. stitichezza
  2. sovrappeso
  3. diarrea prolungata
  4. gravidanza
  5. abuso di alcol
  6. stress
  7. alimentazione scorretta

Si tratta di un disturbo ricorrente dopo i 50 anni e in alcuni casi può arrivare a richiedere anche un intervento chirurgico di rimozione.

Emorroidi a 14, 15 o 16 anni: facciamo chiarezza

Le emorroidi possono essere interne o esterne, e in ogni caso le cure mirano a decongestionare e ridurre l’infiammazione.

I sintomi delle emorroidi

I sintomi più comuni delle emorroidi sono due:

  1. sanguinamento del retto
  2. tracce di sangue rosso vivo sulla carta igienica

Tra i sintomi meno frequenti il dolore e il prurito.

Quando andare dal medico

Le cure per le emorroidi

Rendere le feci morbide è un imperativo categorico per chi soffre di emorroidi e l’alimentazione in questo senso è fondamentale.

Più fibre e tanta tanta acqua.

Attenzione con le fibre, perché iniziare ad assumerne grosse quantità tutte insieme può causare stitichezza e complicare ancora di più al situazione. E’ importante inserirle gradualmente nel regime alimentare, privilegiando quelle provenienti da frutta e verdura.

Per l’acqua invece non ci sono limiti: più se ne beve e meglio è, già dal mattino a digiuno.

Per risolvere il problema delle emorroidi è bene fare un attacco mirato:

  1. opercoli o compresse per la cura ‘dall’interno’
  2. pomate per uso topico, da applicare a livello locale

I primi risolvono dal punto di vista sistemico, mentre le lozioni danno sollievo e attenuano l’infiammazione.

Non è da sottovalutare l’idea di indossare indumenti comodi e di acquistare un cuscino specifico per evitare che aumenti l’irritazione e l’infiammazione delle emorroidi.

MIGLIORI CUSCINI PER LE EMORROIDI

Bisogna, infatti, tenere presente che più si assume posizioni scomode o si schiaccia sulle emorroidi e più tenderanno a dare prurito, fastidio e dolore.

Rimedi naturali per le emorroidi

Per assunzione interna: elicriso, cipresso, aloe, centella.

Queste piante sono utili da assumere in forma di opercoli o compressa.

Elicriso. L’elicriso è antinfiammatorio e analgesico, e poi ha la capacità si sfiammare gli edemi. Per questo è perfetto per decongestionare e ridurre il dolore, anche perché vanta proprietà analgesiche.

Modalità di assunzione: capsule, gocce, infuso.

Rusco. Insieme alla centella è spesso utilizzato per il trattamento dei disturbi venosi, comprese le emorroidi. E’ infatti vasocostrittore e rafforza i capillari, garantendo la corretta circolazione.

Modalità di assunzione: opercoli, gocce, infuso.

Centella. La centella aiuta soprattutto favorendo la circolazione e svolgendo la sua azione vaso protettrice. In tal modo aumenta anche la resistenza dei capillari, fondamentale per evitare l’accumulo di sangue e la formazione delle emorroidi.

Modalità di assunzione: compresse e gocce.

Aloe. L’aloe ha la capacità di sfiammare e la sua assunzione prima dei pasti aiuta a prevenire la comparsa delle emorroidi. Ma l’aloe è molto efficace anche per uso locale, perché è rinfrescante e lenitiva, e dona sollievo immediato.

Modalità di assunzione: compresse e succo.

SUCCO DI ALOE VERA
OFFERTA AMAZON

Psillio. E’ una pianta officinale ricca di mucillagini che hanno la capacità di ammorbidire la massa fecale. In questo modo non solo si agevola la peristalsi, ma si evita anche di irritare ancora di più l’area rettale già provata dalle emorroidi. Lo psillio è più efficace se assunto con molta acqua.

Modalità di assunzione: capsule e semi.

Pungitopo. E’ un antinfiammatorio che ha anche la capacità di proteggere le pareti venose e riattivare la circolazione, fondamentale per prevenire la formazione delle emorroidi. Particolarmente utili per chi è soggetto al problema.

Modalità di assunzione: capsule o infuso.

Per uso topico: iperico, menta, cipresso, aloe

Tra le prime piante a disposizione per alleviare i fastidi delle emorroidi c’è sicuramente l’aloe, che è idratante, lenitiva e rinfrescante.

GEL DI ALOE VERA
OFFERTA AMAZON

Iperico. L’iperico è cicatrizzante e rinfrescante. All’applicazione locale di lozioni a base di iperico si associa una riduzione immediata della sensazione di bruciore, prurito e dolore. E allo stesso tempo le ferite iniziano a rimarginarsi.

Modalità di utilizzo: crema e olio essenziale.

Menta. La menta è rinfrescante, quindi lenisce il dolore e riduce il fastidio. Offre immediato sollievo dopo l’applicazione e non presenta effetti collaterali, anzi si può usare anche più volte al giorno per impacchi refrigeranti.

Modalità di utilizzo: crema e gel.

Cipresso. L’olio essenziale di cipresso è un vasocostrittore, utile per chi ha problemi di circolazione e quindi anche per chi soffre di emorroidi. In particolare ha la capacità di contrastare la formazione di edemi e accumuli di sangue.

Modalità di utilizzo: crema e olio essenziale.

Amamelide. Riduce il sanguinamento delle emorroidi grazie alle sue proprietà astringenti. Inoltre è utile per attenuare non solo il dolore ma anche il prurito, per cui ha una valenza sia lenitiva che curativa.

Modalità di utilizzo: crema e lozioni.

I rimedi naturali sono tutti liberamente acquistabili in parafarmacia o in erboristeria, anche online.

Rimedi casalinghi

In questo articolo abbiamo approfondito i rimedi casalinghi contro le emorroidi e i disagi legati a tale patologia.

Bagni e semicupi. Tenere la zona perianale nell’acqua tiepida, con un semicupio o facendo dei bagni frequenti, in modo che l’acqua tiepida lenisca il dolore.

Camomilla. Ideale per lavaggi lenitivi, che aiutino a rilassare la zona. Anche un infuso di camomilla va bene, soprattutto prima di dormire, per la sua azione sedativa del dolore e calmante.

Patate. Fare degli impacchi con le patate fredde aiuta ad attenuare il bruciore e il dolore, grazie all’amido che riequilibra il PH cutaneo. E lenisce l’irritazione.

Alimentazione ed emorroidi

L’alimentazione corretta e sana è alla base per il sollievo dei fastidi delle emorroidi infiammate.

Essenziale evitare i cibi irritanti, che possono causare difficoltà nell’evacuazione. Da preferire i vegetali e gli alimenti ricchi di fibre e poco lavorati.

Cibi SI: frutta, verdura, cereali integrali, tantissima acqua.

Cibi NO: caffè, cioccolata, alcol, peperoncino, fritti e cibi grassi.

Leggi altro:
Emorroidi Interne: come si classificano

Dal punto di vista eziologico, le emorroidi interne possono essere distinte in due categorie principali. Emorroidi interne in pazienti con...

Fibre alimentari per emorroidi

Uno dei nutrienti più importanti che si possa assumere per evitare il rischio di emorroidi sono le fibre. Le fibre non...

Cause delle emorroidi

Le vene intorno all’ano, se messe sotto pressione, tendono ad allungarsi e possono gonfiarsi. In questi casi si ha un...

Chiudi